SARDEGNA JUMPING TOUR V EDIZIONE & 57° PREMIO REGIONALE ALLEVAMENTO SARDO

Tra le stelle del Sardegna Jumping Tour 2019 anche i fuoriclasse Gianni Govoni e Natale Chiaudani. Si parte venerdì a Tanca Regia con il primo weekend di salto ostacoli – La settimana prossima via al 57° Premio Regionale Sardo e tappa conclusiva del concorso di equitazione
Spettacolo garantito e livello tecnico internazionale con il Sardegna Jumping Tour 2019 che inizia venerdì alle 8.30 negli impianti di Tanca Regia, ad Abbasanta. Due i fine settimana col concorso 6* di Salto Ostacoli che grazie alla Regione Sardegna mette in palio ben 103.500 euro: dal 20 al 22 la prima tappa, dal 27 al 29 la seconda, per un totale di 66 gare. Dal 24 al 28 si svolgerà anche il 57° Premio Regionale di allevamento, riservato ai cavalli nati in Sardegna negli anni 2016, 2017 e 2018, più il Circuito Foal, quello dei puledi del 2019 che vengono presentati insieme alla mamma. Organizzano l’Agris, L’Anacaad (Associazione Nazionale Allevatori Cavallo Anglo Arabo e Derivati) e la Fise Sardegna. In totale quasi 350 cavalli per un doppio evento che come spiega Raffaele Cherchi, dirigente dell’agenzia Agris “vuole fare incontrare domanda e offerta, vale a dire utilizzare la presenza di cavalieri e proprietari provenienti dalla Penisola per ampliare la vetrina rappresentata dal Premio regionale di allevamento”. Gli fa eco Stefano Ferranti, presidente dell’Anacaad: “L’obiettivo per gli allevatori è duplice: la commercializzazione immediata e diretta, ma anche la possibilità che i cavalli sardi vengano visti da cavalieri importanti che possono promuovere l’allevamento isolano”.
I cavalieri- Allievo del mitico Raimondo d’Inzeo, l’emiliano Gianni Govoni ha partecipato a tantissime competizioni internazionali, portando alto il nome dell’Italia dell’Equitazione: due Olimpiadi (Barcellona 1992 e Sydney 2000), tre campionati del mondo (The Hague 1994, Roma 1998, Jerez de la Frontera 2002 dove è arrivato quinto), dieci campionati europei, tre Giochi del Mediterraneo, svariate tappe del Global Champions Tour, una finale di coppa del mondo a Las Vegas. E’ l’unico italiano che è riuscito a piazzarsi al n° 10 della Ranking List mondiale.
Govoni è soprannominato “The Master of Faster” per la sua velocità che lo rende quasi imbattibile nelle gare a tempo. Il cavaliere emiliano ha seguito le impronte del padre e dello zio (commercianti di cavalli) nel mondo dell’equitazione. Insomma, un fenomeno fatto di tecnica, conoscenza, applicazione, sacrificio e lavoro, ma soprattutto di grande talento naturale.
Natale Chiaudani è invece allievo del maggiore dei fratelli D’Inzeo, Piero. Sei medaglie d’oro alla Coppa delle Nazioni, una ai Giochi del Mediterraneo, innumerevoli medaglie d’argento e bronzo nelle competizioni internazionali e nazionali. Due anni fa è stato grande protagonista proprio al Sardegna Jumping Tour vincendo entrambi i Gran Premi a due manches della C145. E poi il caporal maggiore dell’Esercito Italiano Simone Coata che ha vinto uno dei Gran Premi dell’anno scorso e il Primo Maresciallo Stefano Nogara, direttore tecnico del Centro Sportivo dell’Aeronautica Militare. Naturalmente ci saranno anche i migliori cavalieri sardi tra i quali la neo campionessa regionale Raffaela Montis, Gianleonardo Murruzzu e Andrea Guspini che sono andati anche sul podio delle gare più importanti nelle edizioni passate del Sardegna Jumping Tour. Il concorso- Il montepremi totale è di 103.500 euro: 50 mila per la prima settimana (dal 20 al 22 settembre) e 53.500 per la seconda settimana (dal 26 al 29 settembre). Tra le gare più importanti e dotate della giornata di venerdì nel primo weekend, la C140 a tempo. Sabato invece spiccano la C135 mista e la C140 a fasi consecutive. Domenica si disputerà invece il Gran Premio a due manches C145. La seconda tappa invece prevede ben quattro giornate sempre con 33 gare in totale, ma con qualche variazione.

Salto ostacoli: il Sardegna Jumping Tour 2019 si apre sotto il segno dell’olimpionico Gianni Govoni che a Tanca Regia vince le due gare clou della prima giornata – Domenica il gran finale del primo weekend col Gran Premio C145 a due manches   Promessa mantenuta: la prima giornata del Concorso 6* di salto ostacoli ha proposto alcune gare ad alto tasso tecnico e di spettacolarità. Grazie sia alla qualità dei binomi, sia al percorso disegnato dal direttore di campo Giovanni Bussu, sia al rinnovato campo di gara dell’azienda di Tanca Regia (Abbasanta) che ha offerto pure un bel colpo d’occhio. Noblesse oblige, l’olimpionico Gianni Govoni ha fatto valere la sua classe e il soprannome di “The Master of Faster” vincendo la C140 a tempo in sella a Bella Fayvinia Z bloccando il cronometro a 68 secondi e 57 centesimi. Alle sue spalle il plurimedagliato Natale Chiaudani con Basilea che ha impiegato 71”42, mentre al terzo posto staccato di meno di un secondo il Primo Maresciallo dell’Aeronautica Stefano Nogara che ha condotto Date Night. Di rilievo anche il quarto posto tutto sardo di Andrea Guspini con la fedele Ocean Girl, allevata da Alessandra Diaz: il binomio isolano ha chiuso la prova senza penalità ma col tempo di 75”14. Sono comunque bastati per finire davanti all’ospite straniero: il cavaliere tedesco Rudolf Arnold in sella a Berlin. Gianni Govoni ha fatto sua anche la C135 a fasi consecutive, ma in sella a Lucaine. Anche in questa gara l’azzurro ha battuto Natale Chaiudani, secondo con Chacco Green. Terzo posto sardo grazie a Gianleonardo Murruzzu su Taissa Sarda. A effettuare le premiazioni è stata il consigliere regionale Annalisa Mele. Da segnalare pure il primo posto di Alberto Boscarato con Quirama il Palazzetto davanti a Govoni con Tinka’s Queen nella C130 mista qualificante, e di Federico Murgia su A-Texas nella C120. Domenica a partire dalle 8.30 la giornata conclusiva del primo weekend della manifestazione organizzata dall’azienda Agris, dall’ANACAAD, l’Associazione Nazionale Allevatori Cavallo Anglo Arabo e Derivati, e dalla Fise Sardegna. La gara clou è il Gran Premio a due manches C145. Da seguire pure la C135 a difficoltà progressiva e la C130 a tempo. Il montepremi totale del primo fine settimana (33 gare in totale) è di 50 mila euro, stanziati dalla Regione Sardegna. Martedì 24, sempre a Tanca Regia, inizierà invece il 57° Premio Regionale di Allevamento. Il secondo weekend col sardegna Jumping Tour 2019 scatterà venerdì 27 settembre.

Salto ostacoli: Chiaudani brilla nella seconda giornata del Sardegna Jumping Tour 2019 duello tra i fuoriclasse Govoni e Chiaudani – Tra i cavalieri sardi in evidenza Guspini, Murruzzu e Irasci
Giornata finale del primo fine settimana col Concorso nazionale 6* di salto ostacoli allestito nel rinnovato campo gara di tanca Regia (Abbasanta). Questo pomeriggio le gare conclusive con l’attesissimo Gran Premio due manches C145. Intanto nella seconda giornata, si è distinto Natale Chaiudani, plurimedagliato alla Coppa delle Nazioni. Natale Chiaudani ha vinto con Athinia la C135 mista qualificante e ha fatto l’accoppiata nella C140 a fasi consecutive con Eterna e Basilea davanti al collaudato binomio sardo Andrea Guspini su Ocean Girl. Nella giornata di sabato ancora un successo per Gianni Govoni, ma su Grazia Z, nella C135 a fasi consecutive qualificante davanti all’ottimo Giovanni Carboni con Tantobella.Da segnalare pure la vittoria del giovane Francesco Irasci con Rarità nella C130/C135 mista qualificante test event Fise Sardegna. La manifestazione è organizzata dall’azienda Agris, dall’ANACAAD, l’Associazione Nazionale Allevatori Cavallo Anglo Arabo e Derivati, e dalla Fise Sardegna. Il montepremi totale del primo fine settimana (33 gare in totale) è di 50 mila euro, stanziati dalla Regione Sardegna. Martedì 24, sempre a Tanca Regia, inizierà invece il 57° Premio Regionale di Allevamento. Il secondo weekend col sardegna Jumping Tour 2019 scatterà venerdì 26 settembre.

Salto ostacoli: magnifica doppietta dell’olimpionico Gianni Govoni al Sardegna Jumping Tour- Nell’ultima giornata brillano pure Coata e Lampis
Al Sardegna Jumping Tour la perfezione ha un nome: Gianni Govoni. Dopo le vittorie nella prima giornata del Concorso nazionale 6* di salto ostacoli, il cavaliere olimpionico incanta il migliaio di spettatori di Tanca Regia (Abbasanta) conquistando primo e secondo posto nella C145 Gran Premio a due manches. E lo fa senza alcun errore: prima in sella a Bella Fayvinia Z, poi con il velocissimo Lucaine che chiude a 51”48. Al terzo e quarto posto il caporalmaggiore dell’Esercito Simone Coata con Dalphonse V e Dardonge. Al quinto posto il binomio sardo formato dall’agente scelto Andrea Guspini su Ocean Girl. Spettacolo anche nella divertente gara C135 a difficoltà progressive con 2 jocker a tempo. Simone Coata si è preso la rivincita su Govoni: entrambi hanno racimolato 48 punti ma il caporalmaggiore ha impiegato un secondo e mezzo in meno in sella a Vaja Hoy. Da segnalare il bel terzo posto di Maria Francesca Salis del Circolo Ippico Usignolo in sella a Belidante. E che l’equitazione sarda cresca grazie anche agli eventi organizzati da Agris, Fise Sardegna e Anacaad (l’Associazione Nazionale Allevatori Cavallo Anglo Arabo e Derivati) lo dimostra il successo di Emanuele Lampis, in sella a Equiplanet Navina: il cavaliere della Società di equitazione Oristanese ha vinto la C130 a tempo qualificante davanti ad un fuoriclasse come Natale Chiaudani, su Gold Green, e ad un altro grande cavaliere come Simone Coata. Significative le parole di Gianni Govoni: <Concorso bellissimo, molto ben organizzato, complimenti per il campo e per il percorso, molto selettivo. Ho anche notato alcuni cavalli sardi di cinque anni interessanti, si vede che l’allevamento sardo sta crescendo>. Il montepremi del primo fine settimana era di 50 mila euro. A premiare i vincitori domenica sono stati il presidente della Fise Sardegna Stefano Meloni e Raffaele Cherchi, neo commissario straordinario dell’Agenzia Agris. GLI ALTRI RISULTATI- Prima giornata nel segno dell’olimpionico Gianni Govoni. “The Master of Faster” ha vinto la C140 a tempo in sella a Bella Fayvinia Z bloccando il cronometro a 68 secondi e 57 centesimi. Alle sue spalle il plurimedagliato Natale Chiaudani con Basilea che ha impiegato 71”42. Gianni Govoni ha vinto pure la C135 a fasi consecutive, ma in sella a Lucaine. Da segnalare pure il primo posto di Alberto Boscarato con Quirama il Palazzetto nella C130 mista qualificante. Nella giornata di sabato ancora Govoni, ma su Grazia Z, ha primeggiato nella C135 a fasi consecutive qualificante davanti all’ottimo Giovanni Carboni con Tantobella. Poi Natale Chiaudani è emerso di prepotenza: ha vinto con Athinia la C135 mista qualificante e ha fatto l’accoppiata nella C140 a fasi consecutive con Eterna e Basilea davanti al collaudato binomio sardo Andrea Guspini su Ocean Girl. Da segnalare pure la vittoria del giovane Francesco Irasci con Rarità nella C130/C135 mista qualificante test event Fise Sardegna. CALENDARIO- Martedì 24, sempre a Tanca Regia, inizierà invece il 57° Premio Regionale di Allevamento che mette in vetrina i 193 migliori cavalli nati nell’isola negli anni 2016, 2017 e 2018. Il secondo weekend col Sardegna Jumping Tour 2019 scatterà giovedì 26 settembre. In palio 53.500 euro, stanziati dalla Regione Sardegna. Lo show director è sempre Gianleonardo Murruzzu e il direttore di campo Giovanni Bussu.



Sardegna Jumping Tour

Gran finale al Sardegna Jumping Tour, i cavalieri sardi Lampis, Guspini, Carboni, Murruzzu e Salis sfidano i fuoriclasse Govoni e Chiaudani
Con un crescendo di spettacolo e tecnica, arriva alle giornate finali il Concorso nazionale 6* di salto ostacoli che in questo secondo fine settimana mette in palio 53.500 euro di montepremi grazie alla Regione Sardegna. Il campo gara di Tanca Regia (Abbasanta) ospiterà a partire dalle 8.30 le gare rimaste di un evento iniziato il 20 settembre che ha coinvolto oltre 170 cavalli. Le gare più importanti di sabato sono la C130 Derby e la C135 a tempo, mentre domenica c’è l’attesissima C145 Gran Premio a due manches e la C130 a tempo qualificante. I favoriti sono l’olimpionico Gianni Govoni, che nello scorso weekend ha fatto la doppietta al Gran Premio in sella a Lucaine e Bella Fayvinia Z, e il plurimedagliato Natale Chiaudani che ha già vinto nelle edizioni passate e il caporalmaggiore dell’Esercito Simone Coata. Non staranno però a guardare i binomi sardi che hanno già vinto qualche gara di rilievo o sono comunque saliti sul podio. E così ci provano Andrea Guspini, Giovanni Carboni, il giovane e talentuoso Emanuele Lampis, Gianleonardo Murruzzu, Maria Francesca Salis. Senza dimenticare la campionessa regionale Raffaela Montis e il young rider Francesco Irasci.

Il secondo Gran Premio lo vince Natale Chiaudani – Stilata la classifica del Trofeo dei Nuraghi per i cavalli nati e allevati in Sardegna.
Si è conclusa un’edizione del Sardegna Jumping Tour che ha compiuto un deciso salto avanti sotto il profilo tecnico e organizzativo, come hanno sottolineato pure i cavalieri venuti dalla Penisola. Domenica la giornata finale di una dieci giorni che ha animato con 170 binomi il rinnovato campo gara di Tanca Regia (Abbasanta) e ha messo in palio grazie alla Regione Sardegna ben 103.500 euro divisi nei due Concorsi nazionali 6* di salto ostacoli, organizzati da Agris, Anacaad e Fise Sardegna. Se il primo Gran Premio a due manches C145/C150 è stato vinto dall’olimpionico Gianni Govoni, che ha conquistato pure il secondo posto, domenica rivincita per un altro cavaliere azzurro, plurimedagliato alla Coppa delle Nazioni: Natale Chiaudani in sella ad Athinia ha fatto percorso netto in 52” tempo più rapido dell’altro binomio senza penalità, quello formato dal Primo Maresciallo dell’Aeronautica Militare Stefano Nogara in sella a Claus che ha chiuso in poco meno di 62”. Terzo Gianni Govoni con Bella Fayvinia Z. Unico cavaliere sardo ad approdare alla seconda manche è stato Andrea Guspini su Ocean Girl, che è arrivato sesto. Ad effettuare le premiazioni sono stati l’assessora regionale all’Agricoltura Gabriella Murgia, il commissario straordinario Agris Raffaele Cherchi e il presidente della Fise Sardegna Stefano Meloni. Nelle altre gare importanti del secondo weekend da evidenziare la vittoria nella C130 a tempo qualificante del caporalmaggiore dell’Esercito Simone Coata che in sella a Cubia (vincitori anche della C135 a tempo) ha preceduto di tre secondi Giovanni Cualbu su Silvano. Nel derby C130 Natale Chiaudani su Eterna ha battuto il cavaliere tedesco Rudolf Arnold su Berlin 10. Il binomio Chiaudani-Athinia ha vinto venerdì la C140 a fasi consecutive, mentre Gianleonardo Murruzzu con Hornet’s Silber ha conquistato la C130 mista qualificante e Stefano Nogara con Date Night si è imposto nella C135 mista qualificante. Trofeo dei Nuraghi – Organizzato da Agris e Fise Sardegna e riservato ai cavalli nati e allevati in Sardegna ha messo in palio 61 mila euro. Dopo le quattro tappe provinciali, le finali regionali si sono disputate in seno al Sardegna JumpingTour. Ecco i vincitori. Nei 4 anni ha vinto Zuela con Enrico Carcangiu (Asd Grighine) allevata da Roberto Loddo, l’unico cavallo a concludere senza penalità. Nei 5 anni ex equo a tre: Marco Pau del circolo Usignolo in sella a Verner, allevato da Giuseppe Marco Taula; Andrea Rossi, del Circolo Ippico Is Alinos, su Venerella, allevato da Mauro Giovanni Atzori; Carlo Codecasa, altro cavaliere del circolo Usignolo, in sella a Victorus, allevato da Clelia Capraro. Nei 6 anni successo del binomio formato da Gianleonardo Murruzzu (CI Sardinia e Horses) e Unico Monteleone, allevato da Francesco Murgia. Nei 7 anni e oltre primo e secondo posto per i cavalli allevati da Alessandra Diaz: Andrea Guspini sull’esperta Ocean Girl ha preceduto Giovanni Carboni su Rubacuori Baio.

(CLASSIFICHE 2^ SETTIMANA) – (CLASSIFICHE 1^ SETTIMANA)

57° Premio Regionale Allevamento –

Al 57° Premio Regionale di Tanca Regia ben 185 puledri sardi alla caccia delle finali nazionali di Verona.
Sono il futuro dell’allevamento sardo: 185 cavalli nati nell’isola tra il 2016 e 2018. Più dieci puledrini del 2019 presenti insieme alle mamme al Circuito Foals. E’ entrato nel vivo il 57° Premio Regionale Sardo, promosso dal ministero MIPAAFT ed organizzato dall’agenzia regionale Agris con la collaborazione di Anacaad, l’Associazione Nazionale Allevatori Cavallo Anglo Arabo e Derivati, e Fise Sardegna. I rinnovati impianti di Tanca Regia (Abbasanta) ospitano sino a sabato un’edizione davvero imponente per numero di partecipanti che affronteranno le varie prove studiate per individuare i migliori cavalli da inviare alle finali Nazionali di Verona. Si inizia ogni giorno alle 8.30 e già alla seconda giornata i tecnici, ma anche i cavalieri presenti per il Sardegna Jumping Tour, hanno potuto visionare diversi prodotti interessanti per le varie discipline. Anche perché nell’isola vengono allevati cavalli per il salto ostacoli, il galoppo e il completo, specialità nella quale brilla soprattutto l’anglo-arabo sardo. Il Premio regionale prevede diverse prove a seconda dell’età dei puledri: per i cavalli di 3 anni, prove Morfo-attitudinale, Obbedienza ed andature e Salto in libertà (la finale è sabato mattina); per cavalli di 2 anni, prova combinata di attitudine e prova morfoattitudinale; per cavalli di 1 anno, prova Morfo-attitudinale. La scelta di inserire il Premio regionale tra i due weekend dedicati al Sardegna Jumpng Tour di salto ostacoli ha un obiettivo ben preciso, come ricorda Stefano Ferrani, presidente Anacaad: “Vogliamo stimolare i confronti e gli scambi tra cavalieri anche della Penisola di alto livello e allevatori sardi, dando la più ampia visibilità possibile al nostro allevamento e al nostro sport”.

Sabato mattina si concluderà con le finali di salto in libertà per i puledri di tre anni il Premio Regionale sardo, l’altro grande evento organizzato dall’agenzia regionale Agris con la collaborazione di Anacaad, l’Associazione Nazionale Allevatori Cavallo Anglo Arabo e Derivati, e Fise Sardegna. Quasi 200 puledri nati tra il 2016 e 2018 si sono confrontati nelle diverse prove per staccare il pass alle finali Nazionali di Verona. Più in generale poi è stata una grande vetrina dell’allevamento sardo che grazie alla concomitanza col Sardegna Jumping Tour ha consentito ai cavalieri continentali e stranieri di poter dare un’occhiata ai cavalli sardi.   

Premio Regionale Sardo: vince Amal, puledro di Gianluca Melis presentato da Andrea Guspini. Nel salto in libertà primo posto di Antilope, allevata da Salvatore Monti
E’ una femmina dal mantello baio figlia di Singulord Joter e Infedele del Terriccio (da Can Can del Terriccio) il puledro vincitore dell’edizione numero 57 del Premio regionale sardo. Presentato dal cavaliere Andrea Guspini, Amal è stata il cavallo più costante nel rendimento di tutte le prove, per la gioia del proprietario Gianluca Melis di Selargius. L’evento organizzato negli impianti di Tanca Regia (Abbasanta) da Agris, Anacaad e Fise Sardegna ha radunato ben 185 puledri e richiamato non solo il pubblico abituale, ma anche osservatori di prestigio come i cavalieri nazionali e stranieri presenti al Sardegna Jumping Tour. L’attesa finale del salto in libertà (senza cavaliere) per i puledri di tre anni è stata vinta da Antilope, allevata da Salvatore Monti di Villanova Monteleone, che è anche il proprietario, e presentata da Stefano Cossu. Secondo posto per Arizhona Bay allevata dal sassarese Antonio Fois e terzo Airone, il migliore degli anglo arabi (è figlio di S’Archittu), allevato da Luigi Pintus di Santu Lussurgiu. A premiare i migliori puledri e i proprietari sono stati la senatrice Lina Lunesu, il commissario straordinario dell’Agris Raffaele Cherchi e il presidente dell’Anacaad Stefano Ferranti.

Gli allevatori hanno constatato l’efficacia dell’abbinamento del Premio Regionale al Sardegna Jumping Tour, perché i 195 soggetti presentati, 185 cavalli di uno, due e tre anni, più dieci foal nati nel 2019, sono stati visionati da un pubblico più folto e soprattutto dai cavalieri arrivati dalla Penisola e da qualche cavaliere straniero. Al primo posto dell’edizione numero 57 si è classificata Amal, cavallo di proprietà di Gianluca Melis di Selargius. La figlia di Singulord Joter e Infedele del Terriccio (da Can Can del Terriccio) è stata presentata dal cavaliere Andrea Guspini.  
(CLASSIFICHE)